SPI Comprensorio Pavia _ 2008

CONDIVIDI

La formazione del ruolo del Segretario di Lega è stata una delle attività formative chiave per superare la figura del Capo Lega. Una strordinaria figura di dirigentea quella del Capo Lega, che ha saputo radicare sul territorio lo SPI assolvendo a molteplici compiti in una fase di consolidamnto dello SPI.

Oggi occorre dare applicazione all’art. 19 che esplicita i compiti della Lega che deve rispondere a mutamenti sociali ed economici in un mondo globalizzato . La figura del Segretario Generale di Lega richiede competenze non solo tecniche nel campo dei servizi della CGIL, ma capacità organizzative e comunicative per gestire le varie attività con la collaborazione degli attivisti.

Il

Segretario mediatore

Il Segretario di Generale di Lega deve relazionarsi con le Istituzione locali che operano sul territorio, con il mondo del volontariato e con le altre OOSS.
Inoltre deve saper coinvolgere gli iscritti portandoli a collaborare nelle attività di Lega. Coinvolgere i pensionati non iscritti a iscriversi. Deve gestire i servizi collaborando con i loro. Non ultimo per importanza deve farsi promotore della negoziazione sociale. Tutto questo non sarebbe possibile se non sapesse coinvolgere gli attivisti che con lui cooperano per “governare la Lega”. Si riportano i documenti prodotti dai corsisti.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.