Chi siamo

CONDIVIDI

Lo Spi ha scelto il coordinamento donne come forma di aggregazione politica di genere e come luogo di crescita, di confronto e di elaborazione politica per raggiungere l’obiettivo di una democrazia paritaria all’interno dell’organizzazione (luogo previsto dallo statuto Spi). Per questo riteniamo che il coordinamento, le quote, la formazione dedicata siano strumenti idonei alla nostra crescita ed è indiscutibile quanto questi abbiano facilitato l’ingresso delle donne a livello dirigenziale nella nostra organizzazione.Sul versante della contrattazione di genere (per questo non intendiamo una contrattazione separata o parallela ma la capacità di farci carico delle diverse condizioni esistenti che noi donne viviamo, per rappresentarle nella contrattazione dell’insieme dell’organizzazione).

In questi anni abbiamo affrontato numerose  ltematiche  che vanno dall’Alzheimer alla non autosufficienza, al lavoro di cura, alla carta dei diritti di chi cura, alla sicurezza e vivibilità della città, alle badanti con una ricerca fatta dalle compagne del coordinamento in collaborazione con l’Università Bicocca di Milano.Ci siamo interrogate sulla ragione dell’esistenza dell’ 8 marzo, ci siamo poste il problema di come progettare la nostra vita. L’altro filone perseguito dal coordinamento è stato quello della formazione, punto di forza per preparare nuovi quadri, per consolidare il rapporto fra donne oltre che sostenerle nell’assunzione delle responsabilità e rappresentare le differenze in un’ottica diversa paritaria dei nostri diritti. Un ruolo molto importante l’hanno avuto i seminari formativi monotematici ai quali vi è sempre molta partecipazione. I temi che sono stati affrontati periodicamente sono quelli legati alla Legge Finanziaria, Fisco, Previdenza, il sistema socio assistenziale, vivibilità delle città, carta Europea.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.