12 Dicembre sciopero generale. Dichiarazione di Stefano Landini segretario generale Spi Cgil Lombardia.

Si terrà Venerdì 12 dicembre lo sciopero generale di otto ore proclamato da Cgil e Uil per chiedere il cambiamento delle politiche del Governo. Le misure contenute nei recenti provvedimenti riguardanti lo Jobs Act e la legge di stabilità non creano lavoro e non danno una risposta ai temi del disagio sociale nato in tutti questi lunghi anni della crisi.Sulle motivazioni dell’adesione dei pensionati a questa giornata di mobilitazione, Stefano Landini ( segretario generale Spi Cgil Lombardia) ci ha rilasciato questa dichiarazione:

“ I pensionati dello Spi della Lombardia  condividono le motivazioni, che hanno portato la Cgil e la Uil alla proclamazione di questa giornata di lotta. Saremo a migliaia nelle due manifestazioni promosse nella nostra regione, quelle di Milano e Brescia, per ribadire la nostra vicinanza ai lavoratori colpiti dalla crisi, alle nuove generazioni, che hanno perso la fiducia nel loro domani e che spesso e volentieri sono costretti a lasciare il nostro paese per dare un senso alla loro esistenza e per mettere in atto il  sapere acquisito nel corso della loro formazione scolastico. Nel contempo saremo nelle vie e nelle piazze per ribadire i contenuti della nostra piattaforma unitaria: per l’adeguamento delle pensioni al costo della vita, per un fisco più giusto e per dei servizi sociali in grado di rispondere ai bisogni delle fasce della popolazione anziana colpite dalla fragilità. Il recente rapporto dell’Istat sulle pensioni nel nostro paese dimostra come i pensionati rischiano il progressivo impoverimento,  il 41,3 % di essi percepisce un reddito inferiore ai mille euro al mese. I nuovi pensionati, per la prima volta nella nostra storia, percepiscono delle rendite inferiore a quelle precedenti. Tutto questo accade mentre la tassazione aumenta e centinaia di enti locali sono costretti ad intervenire sui servizi erogati a favore di questa fascia d’età. I pensionati sono stanchi delle promesse, attendono fatti concreti dal Governo Renzi. Nelle prossime settimane la nostra mobilitazione continuerà coinvolgendo tutti i sindacati di categoria, perché riteniamo che l’unità sia un bene prezioso da coltivare ogni giorno nell’interesse dei milioni di anziani che rappresentiamo”.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!