Area benessere: riunione dei coordinatori dei progetti coesione sociale

Nella giornata del 20 marzo si è tenuta nella sede dello Spi Cgil regionale, la prima riunione tra alcuni attori, che in questi tre anni hanno aderito al Progetto di Coesione Sociale, partecipando alle diverse iniziative a livello locale e partecipando, in alcuni casi, agli eventi organizzati alle finali regionali dei Giochi di Liberetà. Erano presenti i responsabili dei centri: per Istituto Sacra Famiglia (di Cocquio Trevisago) Emidio Novali, per la Cooperativa Ge.Di (di Cirano Bergamasco) Adriano Bosio, per il Bucaneve (di Castel Goffredo) Mariangela Gorgaini;.i nostri coordinatori per Mantova Ugo Chiarini, per Varese Severino Bonandin, per Lodi Giovanni Begarelli e per Bergamo Fausto Orsi, più il Coordinatore regionale Carlo Poggi.

È da sottolineare l’importanza di questo primo incontro, infatti, dopo aver lavorato nei singoli territori sviluppando una collaborazione tra i diversi centri e le leghe Spi locali, si è voluto fare un passo in più con l’obiettivo di riuscire a mettere in rete tutti i soggetti attivi di questo progetto, per migliorare insieme il Progetto di Coesione sociale.

Nella prima parte della riunione si è discusso sulla valutazione del lavoro fatto, ne è emersa una chiara soddisfazione sia dai responsabili dei centri che dei nostri coordinatori, infatti il coinvolgimento dei ragazzi diversamente abili è stato un momento importante nella loro formazione, questo per noi è davvero rivelante.

Da qui la riflessione che ne emersa da parte dei vari responsabili è quella di fare un passo in più e di riuscire a lavorare in collaborazione tra i diversi soggetti per permettere di avere una maggiore inclusione dei ragazzi nei diversi eventi che vengono organizzati a livello territoriale e per i quattro giorni dei Giochi Regionali di Liberetà.

L’obiettivo di questi mesi sarà quello di arrivare ad avere ulteriori proposte, in vista delle finali regionali di settembre, con la finalità di realizzare una maggiore inclusione tra i ragazzi e i nostri partecipanti in modo da avere un loro maggiore coinvolgimento nelle nostre iniziative.

Ci teniamo a far rilevare come durante la riunione è stata più volte sottolineata la soddisfazione per la collaborazione tra le diverse realtà, questo rappresenta un punto in più per far crescere ancora ulteriormente il Progetto di Coesione sociale.

Il prossimo incontro è stato fissato per i primi di maggio in modo da mettere in rete le diverse ipotesi e arrivare a concretizzare delle proposte su cui lavorare per le finali regionali di settembre.

 

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!