Dichiarazione di Anna Bonanomi Segretario Generale Spi Cgil Lombardia: “IL RAPPORTO CARITAS 2012 NUOVI POVERI NEGLI ANZIANI E NEI PENSIONATI”

Il rapporto presentato nei giorni scorsi dalla Caritas italiana fotografa  le nuove povertà  presenti nel nostro paese. Il  segretario dello Spi Cgil Lombardia Anna Bonanomi ha rilasciato su questo  tema la seguente dichiarazione: “ il rapporto presentato dalla Caritas mette in luce il progressivo impoverimento della società italiana in  questo lunghi anni di crisi e di recessione economica. In questo contesto destano in noi viva preoccupazione  l’incremento del numero degli anziani (+51,3%) e dei pensionati (+65,6%), che si rivolgono ai centri di questa organizzazione per trovare un aiuto o il conforto di un pasto caldo. Questa situazione non è degna di un paese civile nel quale in tutti questi anni i sacrifici sono ricaduti sulla parte meno abbiente, dai lavoratori ai pensionati. Per queste ragioni serve una svolta nell’agenda delle politiche economiche e sociali del governo Monti. Da tempo chiediamo l’adeguamento del valore delle pensioni al reale costo della vita, un sistema sociale in grado di far fronte ai bisogni che emergono nella parte più fragile del paese e la creazione di un fondo per la non autosufficienza. Il rapporto della Caritas evidenzia l’incapacità del sistema del nostro welfare di dare risposte  alle nuove emergenze sociali derivanti dalla crisi economica, da parte nostra, condividendo questo analisi, continueremo con maggior impegno nella nostra iniziativa e nella mobilitazione tendente  alla tutela della condizione esistenziale  dei nostri anziani in ogni luogo e istanza della nostra regione.”

il rapporto della caritas

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!