Inca informa:Assegni per Nucleo Familiare (ANF)

ll lavoratore, che si sia visto accogliere dall’Inps, la domanda di Assegno al Nucleo Familiare (ANF), dovrà comunicare l’esito positivo della richiesta al proprio datore di lavoro. E’ quanto precisa l’Inps nel messaggio n. 1777/2019, sottolineando che in caso di variazione nella composizione della famiglia nel periodo già richiesto, o nel caso in cui si modifichino le condizioni che danno diritto all’aumento dei livelli reddituali, il lavoratore interessato dovrà presentare all’Inps, esclusivamente in modalità telematica, una domanda di variazione per il periodo di interesse sempre attraverso la procedura “ANF DIP”.

La precisazione si è resa necessaria a seguito delle nuove modalità di inoltro delle domande intervenute a partire dal 1° aprile. Fino al 31 marzo, i lavoratori subordinati aventi diritto all’assegno presentavano la richiesta direttamente all’azienda. Dal primo aprile, invece, i dipendenti devono inoltrare domanda, esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite patronati, all’Inps e quindi verificare se la richiesta è stata accolta. Dopo aver verificato l’accoglimento della istanza da parte dell’Istituto, il lavoratore è tenuto a comunicarlo all’azienda.

Sono esclusi dalle nuove procedure gli operai agricoli a tempo indeterminato (OTI), che continueranno ad utilizzare la modalità di presentazione della domanda cartacea al proprio datore di lavoro.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.