L’AGENDA DIGITALE MODIFICA IL RAPPORTO FRA I CITTADINI E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.

Questo comunicato sarà pubblicato sul prossimo numero del periodico SpiInsieme.In questi giorni il Parlamento sta affrontando la discussione inerente il decreto sviluppo presentato dal Governo Monti. All’interno di questo provvedimento sono contenute le norme riguardanti l’agenda digitale , uno strumento che modificherà radicalmente il rapporto fra i cittadini e le pubbliche amministrazioni. “L’agenda digitale è un modo per trasformare il Paese”, attraverso la circolazione del sapere, la condivisioni delle informazioni, i servizi digitali al cittadino, che sono “le basi per recuperare il gap tecnologico del paese”. Queste le affermazioni  del premier Mario Monti all’atto della presentazione del decreto. Con l’applicazione dell’Agenda Digitale, aumentano fortemente i servizi digitali per i cittadini, che potranno avere un unico documento elettronico, valido anche come tessera sanitaria, attraverso il quale rapportarsi con la pubblica amministrazione”, spiega la Presidenza del Consiglio. Via libera anche alle ricette mediche digitali, al fascicolo universitario elettronico, all’obbligo per la PA di comunicare attraverso la posta elettronica certificata e di pubblicare online i dati in formato aperto e riutilizzabile da tutti”. Per i pensionati, come abbiamo descritto nei numeri precedenti di questo periodico,  cambierà la modalità di interazione con gli istituti previdenziali,  nei prossimi anni tutta la documentazione che oggi ricevono in forma cartacea sarà  sostituita da  quella disponibile on line.Nel contempo per poter usufruire di questi servizi  vi invitiamo a chiedere la vostra posta certificata  entrando nel seguente sito: https://www.postacertificata.gov.it

Nelle sedi  dello Spi Cgil troverai il supporto dei nostri attivisti per attivare il Pin necessario per entrare nell’area a te riservata del sito Inps.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!