Pensionati Cgil per Giulio Regeni contro la violenza leghista

Il sindacato dei pensionati scende in campo per difendere la memoria di Giulio Regeni che il partito di Matteo Salvini sta cercando di oscurare. A Ferrara lo striscione dedicato a Regeni era stato coperto con il simbolo della Lega pochi giorni fa. A Trieste invece, anziché coprirlo, è stato proprio rimosso, come se Regeni fosse un nuovo nemico da abbattere.

Il sindacato dei pensionati della Cgil ha deciso di esporre fuori dalla propria sede romana di via dei Frentani un manifesto per lo studente italiano scomparso al Cairo. E così faranno a stretto giro le altre strutture territoriali dello Spi Cgil in tutta Italia. Dal suo profilo Facebook il segretario generale Ivan Pedretti ha commentato l’accaduto così: “Una vergogna. L’ennesimo, inutile e gratuito gesto di odio dei nuovi padroni dell’Italia. Bisogna reagire”.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.