Pensioni, su 15 anni di contributi il Ministro Fornero abbia un po’ di pudore

“Sulle pensioni con 15 anni di contributi il Ministro Fornero abbia un po’ di pudore ed eviti di attribuirsi meriti che non ha. E’ lei che ha creato il problema e se ora è stato risolto è perché le Organizzazioni sindacali dei pensionati e i loro coordinamenti donne si sono mobilitati raccogliendo decine di migliaia di firme in tutta Italia”.
Così il Segretario nazionale dello Spi-Cgil Ivan Pedretti commenta quanto disposto dal Ministro Fornero in merito alle norme sulle pensioni di vecchiaia con 15 anni di contributi, che riguardano circa 65mila persone la maggior parte delle quali sono donne.“Il Ministro – ha continuato Pedretti – ha semplicemente corretto se stessa e ha posto rimedio ad una delle tante ingiustizie create a danno dei lavoratori e dei pensionati con la riforma che porta il suo nome. Il sospetto è che si tratti solo di uno spot elettorale perché è davvero curioso che dopo oltre un anno sia intervenuta solo ora”.

 

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!