Venerdì 14 Novembre sciopero generale dei lavoratori metalmeccanici, dichiarazione di Stefano Landini.

Venerdì 14 novembre è il giorno dello sciopero generale di 8 ore proclamato dalla Fiom nelle aziende del centro/nord del paese (il 21 sarà il turno del centro/sud).
Alle ore 9.30, a Porta Venezia, si danno appuntamento i metalmeccanici della Valle d’Aosta, del Trentino, del Piemonte, dalla Liguria, della Lombardia, del Veneto, del Friuli, dell’Emilia e della Toscana.
Accomunati dalle parole “lavoro, legalità, uguaglianza, democrazia” e “diritti x tutti” le lavoratrici e i lavoratori, i precari, i disoccupati e chi è convinto che per questo paese serva altro dal jobs act, sfileranno fino in Piazza del Duomo. Su questo importante appuntamento, parte di quella mobilitazione iniziata il 25 Ottobre scorso, proseguita con le iniziative unitarie dei pensionati e dei lavoratori del pubblico impiego, Stefano Landini, segretario generale dello Spi Cgil Lombardia ha rilasciato questa dichiarazione:
“ domani i pensionati lombardi saranno al fianco dei lavoratori metalmeccanici, fra i più colpiti dagli effetti della lunga crisi economica, che aderiranno allo sciopero indetto della Fiom. Un momento di mobilitazione, che riporta al centro dell’attenzione del paese e della sua classe politica la necessità di una radicale svolta nelle politiche industriali nel nostro paese. Dalla crisi non si esce togliendo i diritti ai lavoratori, ma creando nuove occasioni di  lavoro per ridare una speranza e un futuro al nostro paese. Molti di noi sono stati i protagonisti delle lotte degli settanta e ottanta nelle fabbriche lombarde, ora siamo al fianco delle nuove generazioni dei lavoratori metalmeccanici, come sabato scorso quelli del pubblico. Il mio auspicio è che si apra una fase di dialogo e di ascolto, fra il mondo del lavoro e chi governa il paese. Non abbiamo bisogno di divisioni, ma di un comune impegno per far si che il paese esca da questa drammatica situazione economica e sociale”.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!