Brescia-Truffe agli anziani: lo Spi lancia la campagna Non ci casco

CONDIVIDI

IL VOLANTINO DELLA CAMPAGNA CON ALCUNI CONSIGLI PRATICI

In occasione dell’estate, il sindacato pensionati SPI CGIL di Brescia rilancia la campagna Non ci casco…e se ci casco denuncio per aiutare anziani e cittadini in difficoltà.

Questo periodo dell’anno è quello a maggiore rischio per gli anziani dato che spesso rimangono soli. Favorire l’incontro e la socializzazione all’interno delle comunità è il modo migliore per dare vita ad un contesto in cui tutti si sentano protetti; il confronto con altre persone e lo scambio di esperienze aiuta a prevenire anche truffe e raggiri.

Per questa ragione, tra i nostri consigli, c’è quello di incentivare rapporti di buon vicinato, prestando sensibilità alle situazioni di fragilità.

Oltre a questo, è bene essere informati sui rischi più diffusi e conoscere come difendersi.

Le occasioni di potenziale pericolo per i cittadini, soprattutto anziani, sono dappertutto: in casa, in strada, sui mezzi di trasporto, al telefono o sulle pagine web.

Gli attivisti SPI sono a disposizione per informare i pensionati e nelle nostre sedi, oltre che sui nostri canali di comunicazione, nelle prossime settimane, saranno disponibili materiali.

Tra questi i volantini della campagna Non ci casco!e la guida tematica di Edizioni Liberetà.

In caso si presentino emergenze ricordiamo che il numero unico da chiamare è il 112.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.