Brescia:Da piazza Fontana a piazza della Loggia

CONDIVIDI

La mattina del 7 Giugno, nel salone Vanvitelliano, avrà luogo il convegno “Da piazza Fontana a piazza della Loggia” in cui si parlerà del ruolo decisivo dei Sindacati e del movimento dei lavoratori in difesa della democrazia durante gli anni dello stragismo e del terrorismo. Il convegno rientra nel ciclo di iniziative “La stagione inquieta della Repubblica” in ricordo delle stragi di piazza della Loggia di Brescia e piazza Fontana di Milano, delle quali ricorrono rispettivamente il 45° e 50° anniversario. Al convegno partecipano Maurizio Landini (Segretario Generale della Cgil), Domenico Proietti (segretario Uil nazionale), Giorgio Benvenuto, (presidente della fondazione Buozzi) e i segretari generali bresciani Silvia Spera della Cgil e Alberto Pluda della Cisl.
SCARICA LA LOCANDINA DEL CONVEGNO DEL 7 GIUGNO
PROGETTO MEMORIA LA STAGIONE INQUIETA DELLA REPUBBLICA 1969-1974

Nel pomeriggio, segnaliamo alle ore 17.45 (Nuova Libreria Rinascita) la presentazione del libro di Francescopaolo Palaia “Una democrazia in pericolo. Il lavoro contro il terrorismo” (1969-1980). Con l’autore dialogano Paolo Corsini – storico, Adolfo Pepe – Fondazione Di Vittorio, Silvia Spera – Segretaria Generale Cgil Brescia, Lorena Pasquini – Archivio storico CGIL Brescia.
LA LOCANDINA DELLA PRESENTAZIONE

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.