Brianza:Contrattare con i Comuni l’equità sociale

CONDIVIDI

Lo stato sociale, costruito nei decenni precedenti, deve oggi fare i conti con le politiche di riduzione delle risorse decise dagli ultimi governi. L’aumento delle tasse e delle tariffe sui servizi locali si aggiunge alla riduzione del valore delle pensioni, alla crisi occupazionale ed economica, alla crescente disoccupazione giovanile. Il sindacato dei pensionati svolge un’azione di monitoraggio delle condizioni sociali per favorire un dignitoso livello di benessere per tutti, lavoratori o pensionati. Da parecchi anni, si svolgono confronti con i Comuni sugli indirizzi dei bilanci che interessano oltre la metà della popolazione provinciale. Gli argomenti sui quali siamo particolarmente impegnati sono: la riduzione della tassazione locale sui redditi e i correttivi da introdurre per una maggiore progressività; la previsione di un sistema di agevolazioni sulla nuova tassa sui rifiuti; il rafforzamento degli interventi per contrastare l’evasione dei tributi locali (oltre a quelli statali).Vogliamo conoscere e discutere gli interventi che si intendono realizzare per la casa, la non autosufficienza, i trasporti sociali, le provvidenze per garantire il reddito a coloro che perdono il lavoro. Occorre, inoltre, favorire la partecipazione dei cittadini alla vita della comunità, a iniziare dalla valorizzazione del ruolo del sindacato e di tutte le associazioni del terzo settore.Faremo varie assemblee in molti comuni, ed un incontro pubblico con i rappresentanti di tutte le amministrazioni. Il sindacato dei pensionati, in accordo con le confederazioni, è impegnato a promuovere assemblee e attivi con i cittadini brianzoli per discutere e costruire assieme le proposte per la prossima campagna di negoziazione sociale.

Ambrogio Beretta

 

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!