Como. Anziani e giovani per l’Europa

CONDIVIDI

Prosperità, sicurezza e pace; per queste finalità, con la “Dichiarazione
Schuman” del 9 maggio 1950, l’Europa, stremata dal secondo conflitto mondiale, prendeva risolutamente la via comunitaria. Oggi, mentre si fronteggiano europeisti e
sovranisti, è più che mai necessario sottolineare che “ogni Stato porta con sé la sua storia di cui è giustamente orgoglioso,ma è proprio il più alto principio della solidarietà
fra gli Stati, posto alla base dell’Europa, che deve guidare tutte le nazioni a rimuovere gli ostacoli per arrivare ad una coesione sempre più autentica”. Questo ha detto, fra l’altro Edoardo Zin, insignito della medaglia al merito europeo, in un recente incontro organizzato dalla lega Spi del Seprio, in collaborazione con l’associazione giovanile In centro. Il relatore ha indicato tre compiti per il prossimo Parlamento Europeo: superamento del voto all’unanimità, adozione di una politica unitaria in materia estera e di difesa, concentrazione dei lavori del Parlamento presso un’unica sede; oltre ad
un crescente impegno per affrontare i gravi problemi sociali dei singoli paesi. Il vivace dialogo che ha seguito la relazione ha messo in evidenza l’interesse dei presenti su un tema destinato ad incidere sulle nostre vite e sul nostro futuro.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.