Como:Un’estate tutta all’insegna della coesione sociale.

CONDIVIDI

Giugno e Luglio sono stati per lo SPI comasco due mesi vissuti all’insegna della coesione sociale, dello stare insieme, del trovare e costruire occasioni per permettere agli ospiti delle case di riposo di uscire dalle strutture. A questo scopo sono stati utili sia il Torneo di Scala 40 che le tombolate organizzate con le case di riposo. Anna Galimberti, la segretaria della Lega di Como Rebbio, ci ha raccontato come la voglia di partecipare scatena entusiasmi impensati, ma positivi in tanti anziani. Ci porta l’esempio di Palmira, che è l’unica della sua RSA ad aver passato le varie fasi eliminatorie. Nel giorno del torneo di Scala 40, nella sua struttura tutti hanno fatto il tifo per lei facendola allenare per tutta la settimana. Le hanno detto” vai sei tutti noi!”. Palmira ha riferito di sentire sulle sue spalle (di 94enne) una grande responsabilità. Grazia, l’animatrice che l’accompagna ci confida che a mezzogiorno non ha toccato cibo Quando Le hanno chiesto se voleva qualcosa da bere ha rifiutato, rifiuta anche la merenda delle quattro .Vuole solo finire la gara. E alle 16:45 finalmente Palmira passa il turno, andrà alle semifinali. Certamente la ritroveremo alle premiazioni che si terranno il prossimo 6 agosto. Abbiamo costruito momenti di coesione, non solo con gli anziani delle RSA, ma anche con gli ospiti diversamente abili di alcune realtà comasche. A metà luglio, la nostra compagna Nanda, segretaria della Lega di Fino Mornasco, con due volontari dello SPI locale e Pietro Giudice, dello SPI regionale, ha raggiunto a Cattolica gli ospiti della Cooperativa Il Mosaico. Una realtà che ha sempre partecipato a tante delle attività che abbiamo proposto sul territorio. E’ stata un’occasione per stare due giorni insieme, nella certezza di continuare con loro anche nel prossimo futuro la collaborazione per i giochi di Liberetà

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.