Cremona: iniziativa presso la Libera Masseria di Cislano

CONDIVIDI

Lunedì 15 Aprile, 50 studenti dell’Istituto Pacioli di Crema insieme a delegati e volontari dello Spi Cgil di Cremona visiteranno la Libera Masseria di Cisliano.La Libera Masseria di Cisliano è un bene di circa 10.000 mq sequestrato alla famiglia ndrenghetista del Clan Valle nel 2010 e confiscato definitivamente nel 2014.
Fino al 2015 il bene rimane abbandonato mentre saccheggio e devastazione lo rendono inutilizzabile come spesso avviene con i beni confiscati alla criminalità organizzata.Nella primavera del 2015 i cittadini di Cisliano, con decine di associazioni, decidono di chiedere la gestione del bene. Da quel momento Caritas, Cgil Lombardia e l’Associazione Una casa anche per Te promuovono all’interno del bene campi della legalità estivi per studenti di ogni età. Le migliaia di giovani che arrivano, estate dopo estate, sistemano e rimettono in funzioni intere aree dell’edificio.
La Libera Masseria di Cisliano oggi ospita appartamenti per le emergenze abitative, magazzini per i produttori locali e decine di iniziative culturali e aggregativi.Lo Spi Cgil di Cremona insieme all’Istituto Pacioli di Crema ha deciso di far conoscere questa realtà dove i giovani sono stati i protagonisti di una riqualificazione nel solco della legalità e della lotta mafia.Anche quest’anno lo Spi Cgil metterà a disposizione degli studenti la possibilità di partecipare ai campi della legalità che si svolgeranno nel periodo estivo.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.