Cremona: visita al campo di Fossoli

CONDIVIDI

Martedì 3 marzo 2015, una folta delegazione dello Spi cremoneseha accompagnato  due classi quinte del liceo Romani di Casalmaggiore, studenti e professori, in una visita guidata al campo di Fossoli, a sei chilometri da Carpi, che fu nel ‘43 campo nazionale della deportazione razziale e politica attuata dalla RSI e dal ‘44 venne utilizzato dalle SS come anticamera dei Lager del Reich. La visita è proseguita a Carpi, al museo del deportato e successivamente a Gattatico , alla casa museo dei fratelli Cervi. Si è trattato di una importante tappa dell’ articolato progetto Spi comprensoriale  per l’incontro degli anziani con le nuove generazioni , che si svolge quest’anno  con modalità e contenuti diversificati nei tre centri principali della provincia :
– Cremona, in collaborazione  con l’istituto professionale socio sanitario Einaudi, è stato privilegiato, con un progetto pilota, il contenuto dell’invecchiamento e dell’ assistenza ai non autosufficienti,
– Crema, siamo in contatto con la fondazione Galmozzi che da anni promuove nelle scuole percorsi didattici legati al tema della memoria,
-Casalmaggiore, in accordo con due classi quinte del liceo Romani, si è scelto l’antifascismo come terreno di comunicazione con i ragazzi.
Quest’ultimo progetto  si concluderà con un  convegno in cui, oltre alle esperienze e alle riflessioni degli studenti, che nel frattempo avranno approfondito in aula tematiche e avvenimenti del periodo storico in argomento, verrà presentato un interessante raccolta documentale sulla scuola del ventennio,curata da Franco Guindani, maestro elementare,  attualmente segretario della Lega Spi di Cremona.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!