Mantova: il premio storie di alternanza

CONDIVIDI

Martedì 21 novembre al MaMu di Mantova sono stati premiati i migliori progetti di Alternanza Scuola/Lavoro realizzati nelle scuole superiori della provincia.
Il Premio “Storie di alternanza” sostenuto dalla Camera di Commercio di Mantova è
un’iniziativa promossa da Unioncamere e dalle Camere di commercio italiane con l’obiettivo di valorizzare e dare visibilità ai racconti dei progetti di alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli istituti scolastici italiani di secondo grado.
Il 1° premio è stato assegnato al video “Gli stereotipi di genere”, realizzato da ragazzi e ragazze del Liceo linguistico “E. Sanfelice” di Viadana, nell’ambito del progetto “Il danno sociale degli stereotipi” del Coordinamento Donne SPI Lombardia, realizzato in collaborazione con Coordinamento Donne SPI Mantova, SPI e CGIL Mantova.
Il video, che documenta il percorso formativo, è la prova che gli scambi intergenerazionali sono una grande risorsa per il sindacato. Questi progetti sono ottime occasioni per affermare il ruolo sociale dello SPI e contribuire a costruire una società inclusiva, in cui la parità tra uomini  e donne sia reale e non solo enunciata.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.