Monza: 28 dicembre comunicato stampa dei sindacati dei pensionati dopo il presidio di stamani

CONDIVIDI

Spi Cgil, Fnp Cisl, Uil Pensionati di Monza e Brianza si sono mobilitati, venerdì 28 dicembre, contro i provvedimenti contenuti nella Legge di Bilancio 2019. Si è tenuto un presidio, alle ore 10.30 davanti alla Prefettura di Monza, dove una delegazione ha incontrato un rappresentante del Prefetto.
E’ stata l’occasione per esprimere il profondo disappunto a proposito della Legge di Bilancio 2019. Non si è tenuto conto degli impegni presi con le Confederazioni, e non si è data attuazione alle intese sottoscritte nel 2016 e nel 2017, per il ripristino del sistema di rivalutazione delle pensioni sulla base della Legge 388 del 2000. Siamo quindi alla dimostrazione di un Governo che ha difeso gli evasori, togliendo agli onesti che versano regolarmente tutto quanto dovuto alle casse dello Stato.
I pensionati non si sono mai sottratti alla solidarietà e dalla necessità di acquisire, già oggi, una pensione contributiva di garanzia per i giovani. Di tutto questo non vi è traccia nella Legge di Bilancio, mancano le misure di sostegno alla non autosufficienza e risorse adeguate al Servizio Sanitario nazionale.
Riteniamo inaccettabile questo metodo di governo che mette le mani nelle tasche dei pensionati. Chiediamo che sia aperto un confronto a partire dalle proposte di Cgil, Cisl e Uil su sanità, non autosufficienza, previdenza e fisco per lavoratori e pensionati italiani, i più tartassati in Europa.
L’appuntamento è servito, anche, per confermare il nostro sostegno alle associazioni del volontariato e del terzo settore. Quella solidarietà, dell’accoglienza e dell’inclusione sociale che l’attuale Governo ha smarrito con il varo del Decreto Sicurezza.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.