Sondrio.Pulizia negli ospedali, una vergogna

CONDIVIDI

Dall’inizio di quest’anno, la pulizia dei luoghi di cura sanitaria (ospedali, ambulatori) e delle altre strutture dell’Azienda socio-sanitaria territoriale Valtellina e Alto Lario è stata afdata all’Azienda Dussmann, che si è aggiudicata l’appalto al massimo ribasso. Peccato
che il ribasso del 30% sia stato applicato senza che sia diminuita la quantità dei lavori da svolgere!
Il risultato è che ai dipendenti, oltre un centinaio, in gran parte lavoratrici, è stato ridotto il numero delle ore di lavoro, con conseguente taglio anche dello stipendio, mediamente del
30%, e che con le ore di lavoro a disposizione sia impossibile garantire una pulizia adeguata. Le lavoratrici sono così costrette ad una rincorsa affannosa per pulire le camere
degli ospedali, luoghi di cura dove è indispensabile una prestazione continua, come avveniva in precedenza. Una autentica vergogna, se pensiamo anche ai tanti anziani che vengono ricoverati ai quali non viene neppure garantita la pulizia della camera se capita, come avviene, di sporcarla dopo il passaggio dell’addetta. “Ci siamo subito mobilitati”, ci spiega Marina Pensa, la sindacalista della Filcams-Cgil che segue la vicenda, “ma nora non ci sono risposte convincenti: ricontrolleranno le metrature da pulire, ma è palese che sono i criteri di questi appalti che vanno profondamente cambiati: le lavoratrici sono di fatto lavoratrici povere, visto che guadagnano poche centinaio di euro mensili e gli Ospedali sono sporchi!”

ETTORE ARMANASCO

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.