Ticino Olona: un gioco da ragazzi

CONDIVIDI

Con la visita al museo di Milano Mudec di sabato 12 gennaio si è conluso il percorso del progetto “Un gioco da Ragazzi” promosso e sostenuto dallo SPI Regionale in via sperimentale ai Comprensori di Milano, Ticino Olona, Monza-Brianza e Lodi. Il nostro Comprensorio ha aderito con la Lega di Gaggiano dove si è riscontrata un’ampia partecipazionecon una quindicina di pensionate (nonne) e 12 bambini (nipoti). L’avvicinamento alle nuove tecnologie , in modo particolare alla comunicazione utilizzando le applicazioni oggi più diffuse come Face-book e Whatsapp era l’obiettivo principale per i nonni, mentre un avvicinamento all’arte con il laboratorio sulle maschere e la visita al museo, utilizzando l’applicazione Artoo, riguardava in modo particolare i bambini.
Un percorso iniziato a fine novembre con due incontri avvenuti a Gaggiano per le nonne dove con le docenti della Cooperativa Sociale Alchemilla, ideatrice del progetto, hanno acquisito conoscenze e capacità nell’utilizzo delle applicazioni di comunicazione con smarphone o Tablet, ma anche approfondito positività e negatività sull’uso del social network più diffusi e concluso con la visita al Mudec e il laboratorio sulle maschere per i bambini. Un pomeriggio intenso, soprattutto per i bambini, che prima hanno costruito le maschere, un gioco con lo scopo di far comprendere loro che le paure  possono essere superare, seguito dalla visita alla mostra permanente del Mudec per vedere in concreto le maschere costruite dai nostri antenati.
Un pomeriggio impegnativo, divertente ma soprattutto molto  istruttivo.  Sicuramente un progetto valido per entrambi i soggetti.

Maria Cristina Dellavedova

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.