Varese: giornata internazionale della memoria

CONDIVIDI

Giornata della Memoria…il nostro percorso è iniziato un anno fa grazie all’incontro casuale con Giovanni Bloisi, conosciuto come il ciclista della memoria, una persona piena di energia e carisma, che non può non lasciare indifferenti ed, infatti, proprio da una chiacchierata con lui nasce il desiderio di cercare una testimonianza, una storia da raccontare e da ricordare, che venga dalla sponda lombarda del Lago Maggiore. E’ Cristina Miedico, curatrice del Museo Archeologico di Angera e ambasciatrice dell’Associazione Gariwo, ad iniziare a raccontare la storia di questi paesi, quello che le voci riportano, quello che si ipotizza e non si conosce con certezza, perché nascosto da tempo…ma noi continuiamo a cercare e chiediamo agli anziani dei paesi un ricordo, fin quando arriva una traccia: vai a parlare con Laura Tirelli, lei sicuramente qualcosa saprà. Dall’incontro con lei riaffiora la storia…la storia di tre bambini di origine ebrea, ma battezzati, nascosti, protetti nel fienile di una corte a Cheglio…tutti sapevano, ma tutti hanno taciuto per proteggerli …ecco la storia! ed è solo l’inizio, perché la corte c’è ancora, anche la botola, e chi ha aiutato a nascondere e ci sono i bambini, cresciuti, ma ci sono…andiamo a intervistarli? sì, e dalle loro testimonianze costruiamo uno spettacolo! Il bello dei paesi è che tutti si conoscono, così chiediamo a Lorenzo Franzetti di iniziare l’intervista alla bambina protagonista, all’inizio sembra reticente, ma poi accetta…e, meraviglia, la bambina accetta di raccontare la sua storia. Ma come creare uno spettacolo da una storia che ancora deve essere riscoperta? Sì usa la fantasia, si ascoltano i luoghi, si coinvolgono i bambini, perché loro sanno raccontare con il cuore, si usa la musica, perché è un linguaggio universale…si coinvolge un intero paese…e lo spettacolo inizia a vivere! Una Corte di Giusti – Ada e le Stelle è andato in scena per la prima volta lo scorso 14 Settembre a Cheglio ed ha emozionato! Chi ha gestito tutto l’allestimento non ha potuto sapere fino all’ultimo cosa sarebbe stato, ha solo seguito un’idea ben delineata nella mente e nel cuore e ha funzionato,
ma più di ogni altra cosa ha funzionato la volontà di una comunità che si è unita per un unico scopo…come allora una comunità si è unita per proteggere chi aveva bisogno…ecco la forza di questo racconto…insieme si può vincere la paura e il buio che ci circonda e costruire un futuro diverso. 
Una Corte di Giusti – Ada e le Stelle tornerà in scena Domenica 3 Febbraio al Teatro Santuccio di Varese per la Giornata della Memoria …vi aspettiamo!

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.