16-18 Marzo Il racconto del viaggio della memoria Spi Lombardia.

Mercoledì 16 Marzo: un’alba ventosa e piovosa accoglie in via Palmanova, presso la sede regionale Spi, i partecipanti al primo viaggio della memoria promosso dalla struttura regionale in collaborazione con i nostri comprensori. La folta delegazione composta da dirigenti, attivisti Spi lombardi e da studenti provenienti dalle scuole superiori della nostra regione è guidata da Valerio Zanolla segretario organizzativo regionale Spi. Dopo aver attraversato il confine del Brennero abbiamo raggiunto Telfs ( nei pressi di Innsbruck), luogo dove sorge la campana della pace. La campana venne eretta per celebrare i 25 anni di esistenza della Comunità di lavoro delle Regioni alpine ( Arge Alp) come simbolo di collaborazione trasnazionale e di pace nell’area alpina . In questo luogo ricco di significati, così attuali nel nostro tempo,siamo stati accolti da Walter Bernardi, V.Presidente  Arge Alp senior,Kaufmann Alfons  segretariato Fondazione Campana della Pace,Wieser Johanna  Presidente OEGB Pensionati del Tirolo e Weber Elisabeth Presidente Pensionati del circondario di Telfs, che hanno portato i saluti dei pensionati della zona riaffermando l’importanza dell’attività svolta in questi lunghi decenni dall’associazione Arge Alp.
Valerio Zanolla nel suo saluto ha ringraziato per l’ospitalità ricevuta, ribadendo l’importanza per lo Spi Lombardia dell’appartenenza a questa associazione, che consente un continuo scambio di esperienze fra i sindacati e le associazioni dei pensionati dei territori alpini.
Giovedì 17 Marzo: di prima mattina partiamo da Salisburgo per raggiungere gli ex campi di concentramento di Mauthausen e Gusen nei pressi di Linz.
La visita a questi luoghi, in cui migliaia di persone fra cui centinaia italiani, furono deportati e poi brutalmente eliminati  dai nazist,i suscita in tutti i partecipanti una profonda emozione.Il racconti della guida austriaca Casimir Palting mettono in evidenza le brutalità commesse in quegli anni in questo campo come negli altri sparsi nei territori conquistati dai nazisti.
In ciascuno di noi rimane la consapevolezza che dobbiamo tenere sempre presente ciò che e’ accaduto combattendo ogni giorno il ritorno dei nazionalismi e del razzismo, presenti in vaste aree del vecchio continente. Ciò che accaduto in quegli anni può tornare in auge in ogni istante nel nostro tempo come ci ricordano gli ecidi commessi nei balcani negli anni novanta. Nel pomeriggio raggiungiamo il castello di Hartheim che è legato indissolubilmente al ricordo della famigerata “Operazione Eutanasia” (in codice : Aktion T4) con la quale il nazismo eliminò decine di migliaia di handicappati fisici e psichici, “colpevoli” di non essere all’altezza dei deliranti standards della “pura razza ariana”. In questo luogo riviviamo le sensazioni e l’emozioni della mattinata. Le visite terminano verso sera quando raggiungiamo la città di Linz.
Venerdì 18 Marzo: è giunto il momento di riprendere il viaggio di ritorno verso casa. In tutti i partecipanti dai più giovani a quelli anziani rimane la consapevolezza di aver vissuto un’esperienza che rimarrà a lungo impressa nella memoria di ciascuno.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!