Area Benessere: Gita alle miniere di Schilpario

Avevamo pensato di organizzare, per una domenica di ottobre, una gita un po’ diversa dal solito fuori dagli itinerari classici, così ci siamo rivolti all’Area Benessere – I viaggi della Mongolfiera che ci ha proposto di passare una giornata nella bellissima Val di Scalve a visitare le miniere di Schilpario. Appena arrivati siamo passati alla vestizione: abbiamo indossato una cerata e un tipico caschetto da minatore, ma l’atmosfera durante l’attesa aveva già qualcosa del viaggio nel tempo, eravamo infatti circondati da vecchi carrelli, binari, attrezzi e accessori. Siamo partiti col trenino per un emozionante viaggio al centro della terra, ci siamo calati nei labirinti della miniera, accompagnati da una guida molto preparata che ci ha spiegato la vita, il lavoro e le abitudini di un tempo. A 1000 metri sotto terra, immaginare la vita che facevano i minatori ci ha messo i brividi. Dopo aver percorso un tratto a bordo dei vagoncini abbiamo proseguito la visita a piedi, sempre con la guida. Ci sono scale appositamente realizzate per consentire la visita a chi non è un minatore, per cui mettendoci un po’ di attenzione non abbiamo avuto problemi. All’interno della miniera la temperatura era di 7 gradi: meno male che eravamo attrezzati con l’abbigliamento giusto, così come ci avevano consigliato quando abbiamo prenotato la gita, altrimenti avremmo avuto davvero un gran freddo! È stata un’esperienza molto interessante sia dal punto di visto geologico che culturale perché ci ha permesso di conoscere la vita e le condizioni di lavoro dei minatori di un tempo la cui fatica fisica potevamo solo immaginare. Da sottolineare la preparazione delle guide che rendono, con i loro racconti, tutto molto più suggestivo e reale. Terminata la visita, il gruppo si è recato al ristorante ad Angolo Terme e nel pomeriggio ha scelto di visitare una azienda agricola del posto. Nel complesso la giornata è stata davvero ricca di emozioni e soddisfacente, un plauso all’organizzazione che ci ha fatto scoprire un mondo, quello del lavoro in miniera, che a noi era sconosciuto. Grazie di tutto! Per chi fosse interessato è possibile contattare per qualsiasi informazione Sara Petrachi allo 02 28858336 oppure via mail a sara.petrachi@cgil.lombardia.it.

 

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!