il contributo di Cristiano Gori e di Giovanni Foschi al congresso dello Spi Cgil Lombardia.

Nel corso degli ultimi anni lo Spi Cgil Lombardia ha sviluppato un confronto con alcuni atenei lombardi al fine di analizzare le politiche di welfare intraprese nella nostra regione, con l’obiettivo di misurare l’efficacia delle medesime nell’affrontare il progressivo invecchiamento della popolazione anziana,le nuove povertà e fragilità,che la crisi economica e sociale di questi anni ha causato,anche, in Lombardia.
In particolare :
a) con il gruppo di studio coordinato dal prof. Giovanni Foschi, del Cergas Università degli studi Luigi Bocconi , abbiamo analizzato e confrontato quattro sistemi di welfare ( italiano, tedesco, francese e inglese), al fine di:
• Compiere un’ analisi della spesa di Welfare;
• Analizzare  i sistemi di assistenza alla non autosufficienza: assetti istituzionali, policy, spesa e interventi erogati.
Questo  primo rapporto e’ stato presentato nel marzo 2013, mentre un secondo riguardante l’analisi di quattro casi locali sarà presentato nel prossimo giugno e riguarderà:
Analisi dei sistemi locali di intervento per i non autosufficienti;
Analisi del percorso di erogazione dei servizi nelle quattro fasi fondamentali.
con il prof Cristiano Gori, università Cattolica di Milano & Irs Milano, abbiamo affrontato le tematiche dell’alleanza contro la povertà in Italia: quali spunti per il welfare lombardo. Un percorso per trovare nuove misure, quali l’introduzione del reddito di inclusione sociale o nuovi sistemi di servizi locali, in grado di rispondere con più efficacia a questi temi, in un’epoca in cui la povertà assoluta, come viene dimostrato dalle slide presentate, colpisce sempre più i cittadini e le famiglie italiane, compresi gli anziani e i pensionati che la nostra organizzazione rappresenta.

LE SLIDE PRESENTENTATE AL CONGRESSO

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!