Inca informa.Pensioni: nel Decreto, la proroga di Ape sociale

Tra le novità previdenziali, introdotte nel decreto n. 4 del 28 gennaio, è prevista anche la proroga di un anno dell’Anticipo pensionistico (cosiddetto Ape sociale), rivolto a disoccupati, caregiver, invalidi in misura pari o superiore al 74% (con trent’anni di contributi) e addetti ai lavori gravosi (con 36 anni di anzianità contributiva), che abbiano compiuto almeno 63 anni di età. I relativi requisiti anagrafici e contributivi devono essere raggiunti entro il 2019.

Può presentare domanda anche chi ha maturato i requisiti negli anni precedenti, e, stante il permanere degli stessi, non ha richiesto il beneficio. Inoltre, per non perdere ratei di trattamento, le persone che al momento della domanda di verifica delle condizioni di accesso al beneficio sono già in possesso di tutti i requisiti devono presentare contestualmente anche la domanda di APE sociale.

L’articolo 18 del suddetto decreto prevede inoltre che le persone interessate devono fare domanda entro il 31 marzo, oppure entro il 15 luglio 2019. Quelle che si presenteranno oltre il 15 luglio e comunque entro il 30 novembre saranno prese in considerazione esclusivamente se all’esito del monitoraggio, che effettuerà l’Inps, dovessero rimanere inutilizzate le risorse finanziate stanziate allo scopo

L’Inca rammenta inoltre che i requisiti conributivi per le donne con figli sono ridotti di 12 mesi per ogni minore a carico, con un massimo di due anni.  Le domande devono essere inoltrate all’Inps, che ha già comunicato, con il messaggio n. 402 del 29 gennaio, la riapertura delle procedure telematiche per verificare le condizioni di accesso.  

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!