“Tre milioni di non autosufficienti fuori dall’agenda del governo”. Intervista a C.Cantone sul Redattore Sociale

“Tre milioni di non autosufficienti fuori dall’agenda del governo” Il commento del segretario generale dello Spi-Cgil Cantone al decreto Balduzzi. ”Incamerare fondi dalla tassazione di bibite gasate e tabacchi è una presa in giro” ROMA – “La condizione di 3 milioni di non autosufficienti non è ancora entrata nell’agenda prioritaria neppure di questo governo”. È duro il commento di Carla Cantone, segretario generale dello Spi Cgil, quando le si chiede un parere sul decreto sulla Sanità proposto dal ministro della Salute, Renato Balduzzi. Nella giornata di ieri, infatti, in un comunicato congiunto Spi-Fnp-Uilp, i tre sindacati hanno chiesto la revisione dell’articolo 6 del Decreto, “in modo particolare per quanto concerne la rimodulazione dell’indennità di accompagnamento che rischia di minare in profondità qualsiasi programma nazionale per la non autosufficienza”, ma ad un giorno dalla richiesta, dal governo non è ancora arrivata replica ufficiale. “Non c’è stata alcuna risposta – ha detto Cantone -. A voce qualche sottosegretario e anche i partiti hanno detto di volerci vederci a settembre, ma un calendario ufficiale non c’è”. Per Cantone, tuttavia, ad oggi sulla non autosufficienza c’è solo “fumo”.  “Non sappiamo ancora bene cosa vogliono fare – ha chiarito Cantone -. Abbiamo chiesto la sospensione dell’articolo 6 per poterne ragionare. Se l’idea è quella di finanziare il fondo solo attraverso le risorse che verranno incamerate con le iniziative sulla tassazione nelle bibite gasate e nei tabacchi penso che sia una grande bufala, anzi, penso che sia una presa in giro perché i non autosufficienti che attendono da tempo di poter avere dei servizi adeguati non sospendono i loro bisogni in attesa di vedere quanti soldi il governo incamera con le bibite gasate”.La richiesta del sindacato dei pensionati è chiara: “Un finanziamento serio e che vi sia l’impegno ad un piano nazionale che riguarda tutte le regioni”. Un piano, ha aggiunto Cantone, che abbia due vincoli. “Fare in modo che tutte le regioni possano avere un fondo per intervenire sulla non autosufficienza, distribuire le risorse e verificare che davvero tutte le regioni approntino un piano per intervenire in questo senso. Tutti vincoli di carattere nazionale, affinché i livelli essenziali di assistenza siano garantiti a tutti”.(ga)

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!