Bergamo: Il calendario 2013 della Cgil e dello Spi

CONDIVIDI

Anno dopo anno, la Cgil di Bergamo ripete quella che sente ormai come una tradizione e prepara un calendario dedicato ai propri iscritti. Dal 2000 ad oggi, su queste pagine si susseguono storie sempre diverse, o differenti modi per raccontarle. Perché il calendario non è solo un oggetto pratico, utile; attraverso le sue immagini, ciò che si coglie immediatamente appena girato il foglio, ci tiene compagnia, mese dopo mese, in cucina, in ingresso, vicino alla scrivania o alla macchina su cui lavoriamo.Siamo passati dalle fotografie del nostro  archivio storico, alle storie partigiane, di emigranti, di lavoratori di ieri e di oggi per arrivare a questo 2013 che va decisamente controcorrente, come avrete già capito, se state leggendo queste righe. Approfittando del ricco archivio del nostro compagno Giuseppe Vavassori, costruito con i sapienti scatti fatti in molti viaggi tra Africa e Asia, e della sua disponibilità, si è scelto di illuminare ogni mese con un volto, di donna, di uomo o di bambino, tutti accomunati da un’unica caratteristica, il sorriso. C’è chi sorride a volto disteso, chi quasi si nasconde, chi inizia ad accennarne uno, chi lo fa solo con gli occhi; il fotografo non ha mai chiesto loro di farlo, è venuto spontaneo a chi ha accettato di mettersi in posa, sempre con dignitosa compostezza. Noi, grazie ai racconti di Giuseppe, sappiamo non solo il luogo preciso e l’eventuale occupazione di chi viene ripreso, ma che spesso le immagini sono state scattate in situazioni di grande povertà e disagio; ma ci è sembrato più importante, quest’anno, regalare a ognuno di voi, a ognuno di noi non le loro storie ma i loro sorrisi. Un augurio, forte, perché – nonostante le previsioni non certo rosee – il 2013 ci offra invece tante occasioni per sorridere e anche la conferma di un impegno in questo senso, che per la nostra organizzazione è quotidiano, giorno dopo giorno, come ricordava Giuseppe di Vittorio già nel 1946: “Noi vogliamo che anche i lavoratori abbiano una vita più piena, abbiano un po’ di tregua, di riposo, qualche sorriso e un po’ di gioia”.

 

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!