Bergamo:Inaugurata nuova sede dello Spi a Celadina

CONDIVIDI

Sede affollata, il 12 novembre , per un nuovo taglio del nastro della CGIL e dello SPI  nel quartiere della Celadina a Bergamo: dopo l’inaugurazione di martedì scorso in Piazza Varsavia, oggi ha aperto ufficialmente anche la sede ampliata e rinnovata di via Piazzo Redorta 22, gestita dalla Lega 18 dello SPI.
Per l’occasione è arrivata Anna Bonanomi, segretario generale regionale dei pensionati CGIL. Erano presenti anche Luigi Bresciani, segretario provinciale della CGIL, e Gianni Peracchi che guida il sindacato dei pensionati di Bergamo. “Con questi nuovi locali, dopo l’inaugurazione in piazza Varsavia, la CGIL e lo SPI completano il progetto di una migliore articolazione del decentramento delle sedi in città” ha detto Peracchi. “Ad est gli uffici della Celadina, ad ovest quelli di piazza Varsavia e nel centro città la sede centrale di via Garibaldi: le sedi sono dislocate in quartieri molto popolati e popolari, dunque con una probabile maggior esigenza di tutela. La vicinanza alle persone anziane (e non solo) che queste sedi garantiscono è stata sin dall’inizio una priorità nelle scelte dello SPI”.
“In un momento di così grande incertezza, anche solo avere dei riferimenti fisici, per di più accoglienti, dove poter trovare risposte ai propri interrogativi e alle proprie perplessità è qualcosa di davvero prezioso” ha commentato Anna Bonanomi, segretario generale regionale SPI-CGIL.
“Nella nuova sede sono a disposizione di lavoratori e pensionati Il servizio fiscale, il Patronato INCA, il Servizio Orienta Lavoro, l’Ufficio Diritti (a partire da gennaio) e Federconsumatori” ha aggiunto Giacomo Caputo, segretario organizzativo dello SPI provinciale. “La presenza della CGIL in questo quartiere è storica, risale ad una ventina di anni fa: ora i locali sono stati ristrutturati e ampliati per permettere una maggiore attività e presenza di servizi”.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!