Brescia. Non lasciamoli soli!

CONDIVIDI

Ha ora mai superato i dieci anni la campagna Non lasciamoli soli promossa, ogni estate, dalle organizzazioni sindacali dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil.
Spesso, nella stagione estiva, familiari e parenti si assentano dalle città, i servizi offerti sono meno, il caldo rende difficile ogni tipo di incombenza. Ancora più complesso, dunque, per gli anziani, fare fronte alle necessità quotidiane con conseguenze, sulla loro qualità della vita e sulla salute, che possono arrivare ad essere gravissime.

Non lasciamoli soli è una campagna che coinvolge tutti i territori e i media locali per sensibilizzare l’opinione pubblica su questi temi: manifesti e messaggi contro la solitudine degli anziani cercano, attraverso l’impegno dei moltissimi volontari di Spi, Fnp e Uilp, di arrivare in ogni angolo del Bresciano.
Non lasciamoli soli significa anche lavorare per un modello sociale includente, migliorare lo Stato sociale, garantire a tutti i pensionati e a tutte le pensionate un reddito dignitoso, servizi in grado di rispondere ai loro bisogni.
I temi dei redditi da pensione, della sanità, dell’assistenza, della tutela delle persone non autosufficienti sono quelli su cui le organizzazioni sindacali sono costantemente impegnate e, anche d’estate, vogliono tenere alta l’attenzione su queste esigenze. Esigenze fondamentali, in una società dove la popolazione vive sempre più a lungo.
C’è di più.
Non lasciamoli soli significa non solamente affrontare i problemi di anziani e pensionati, ma anche sapere valorizzare la risorsa che rappresentano nella società.
Proprio su quest’ultimo punto si vuole concentrare il messaggio della campagna 2015 focalizzato su “La forza di nonne e nonni”, quella che è d’aiuto alle famiglie, quella della saggezza e dell’esperienza: un’energia che può essere incanalata al meglio attraverso dialogo e incontro tra le generazioni.
Non lasciamoli soli significa, allora, anche respingere il messaggio di quanti parlano di interessi degli anziani contrapposti a quelli dei giovani, significa dire “giovani e anziani insieme”, significa , in sintesi, “coesione sociale”.

La foto scelta per la campagna 2015 è di Gaetano Vizzoca, scattata in un parco della nostra città. Una foto realistica che rappresenta la quotidianità di un pensionato e non una condizione di emergenza, così come dovrebbero essere le politiche rivolte agli anziani: strutturali, capaci di incidere per migliorare la realtà, sia nelle difficoltà gravi che nelle condizioni ordinarie.
Una campagna, quella di Spi, Fnp e Uilp, che ha una lunga storia e il cui messaggio è troppo  importante per esaurirsi perché, in fondo, il modo in cui un Paese tratta gli anziani è una delle misure del suo grado di civiltà.

Per tutto questo, ancora una volta, Non lasciamoli soli.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!