Brescia:Ridurre le nomine e i compensi nella Pubblica Amministrazione

CONDIVIDI

L’antipolitica è una malattia altrettanto pericolosa della corruzione e del mantenimento di tanti sprechi nella Pubblica Amministrazione.
Va combattuta anche dimostrando che si lavora per eliminare i doppioni, le inefficienze, le dubbie competenze, i compensi assurdi rispetto al reddito medio di lavoratori e pensionati.
Noi formuliamo una proposta semplice e chiara: a Brescia siamo alla vigilia di nomine importanti nei Consigli di Amministrazione e nelle Società controllate.
Brescia Mobilità, Immobiliare Fiera e Centrale del Latte per citare le principali.
Perché non pensare di ridurre le cariche ed i compensi, accorpando anche Società ed Enti e riducendo il numero dei consiglieri?
Stessa cosa si potrebbe attuare per Case di Riposo e Fondazioni che le controllano.

CONTINUA A LEGGERE la lettera ai giornali di Pierluigi Cetti (Segretario generale Spi Cgil Brescia) e Adriano Papa (Responsabile Spi Cgil Zona Città)

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!