Brianza:Lo sportello della non autosufficienza,c’è un nuovo vademecum

CONDIVIDI

Dopo un lungo e approfondito lavoro svolto dai responsabili della non autosufficienza, è stato completato il percorso di revisione del Vademecum, strumento indispensabile per gli operatori dello sportello per rispondere ai cittadini utenti sulle materie socio sanitarie e sociali.In questi ultimi anni la legislazione riguardante la sanità, i servizi socio sanitari e sociali è stata oggetto di rilevanti cambiamenti che hanno reso obsoleto vademecum soprattutto nel campo sanitario, dove la riforma regionale ha cancellato le Usl e le Aziende ospedaliere creando nuovi istituti di riferimento, modificando i confini dei territori di competenza e anche i gestori dei servizi.
Alcuni capitoli aggiornati riguardano: l’Isee, la misura B1 e B2, il gioco d’azzardo patologico, il Sostegno inclusione attiva (Sia), il reddito di autonomia, i bonus energia e gas, ticket, ecc.
Il Vademecum, come strumento di supporto a chi lavora allo sportello, ha comunque bisogno di essere presentato, spiegato e approfondito per assimilare la sua utilizzazione, per mettere in grado lo sportellista di spiegare agli utenti argomenti complessi e delicati.
Per far conoscere il contenuto del nuovo Vademecum saranno organizzate, delle apposite riunioni, di aggiornamento e formazione, con l’obiettivo di dare a tutti una preparazione
sufficiente in grado di soddisfare le richieste dei cittadini che si rivolgono alle nostre leghe.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.
error: Content is protected !!