19 Novembre, seminario sui comportamenti sostenibili e stili di vita più equi, si può fare?

Si è tenuto ieri, presso l’istituto professionale per l’ospitalità alberghiera A.Vespucci Milano, il seminario promosso dallo Spi Lombardia sugli stili di vita. I lavori sono stati introdotti da Merida Madeo della segreteria regionale Spi, ed hanno visto gli interventi di esperti del settore e di rappresentanti dei comprensori di Milano, Como e  Varese, che hanno illustrato l’esperienze condotte da queste strutture in tale campo nel corso degli ultimi mesi. Stefano Landini,segretario generale Spi Lombardia, nel suo intervento ha ricordato le motizioni che ci hanno condotto a scegliere una sede scolastica per avviare la riflessione a livello regionale su queste tematiche. ” Siamo qui per affermare la vicinanza del sindacato dei pensionati della Cgil alle nuove generazioni,in questo luogo dove questi ragazzi si preparano ad affrontare il mondo del lavoro. In noi questo aspetto di vicinanza fra le generazioni è sempre presente, il nostro impegno in questi anni della lunga crisi è sempre stato rtivolto a garantire un futuro alle nuove generazioni del nostro paese. Il lavoro come primo obiettivo per garantire una speranza e un futuro migliore a tutti gli italiani”così ha affermato il segretario generale dello Spi lombardo.. Landini ha poi ricordato le altre esperienze di solidarietà dello Spi verso le nuove generazioni: dal finanziamento all’asilo nido nel comune di San Giovanni del Dosso, paese del mantovano colpito dal terremoto, alla costruzione di una scuola a Capo Verde, progetto finanziato dallo Spi di Milano. Dopo il pranzo preparato dagli alunni della scuola, i lavori sono stati conclusi da Beniamino Lami della segreteria nazionale dello Spi.

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13, d.lgs. n. 196/2003
I dati personali raccolti sono trattati, con strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalità amministrative conseguenti al versamento di contributi a sostegno dell’associazione, per l’invio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative dell’associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo; il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei medesimi non consentirà di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalità relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai quali sono affidati la predisposizione e l’invio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi.